"Lo scrittore Jonathan Lethem ha detto che, quando si sostiene che qualcosa è <<originale>>, nove volte su dieci è perché non si conoscono i dettagli delle fonti.

Gli artisti in gamba si rendono conto che non esiste qualcosa che arrivi dal nulla: tutte le opere creative si fondano su ciò che è venuto prima, senza che niente possa essere completamente originale.

Proprio come dice la Bibbia: <<Non c’è niente sotto il sole>> (Ecclesiaste, 1:9)”

Austin Kleon


Dopo queste citazioni introduttive, il vostro ego da creativi è stato ferito? Fermi tutti, non dovete irrigidirvi! Dovete approfondire e leggere questo piccolo manuale per rendervi conto di quanta verità c’è nelle parole dell’autore e soprattutto della spinta e incoraggiamento che possono darvi, in una forma semplice e divertente.

“Ruba come un artista” non è un libro che vi risolverà la vita e che vi giustificherà a ritenervi grandi creativi senza nessun merito, ma vi darà la motivazione a provarci e riprovarci, sentendovi meno soli e giustificando la necessità di “appropriarvi” di ciò che già è stato fatto per rielaborarlo e tirare fuori la vostra di creatività, in tutti campi.

Sull’arte del rubare
“Si tratta di raccogliere buone idee, perchè più se ne trovano di valide, più se ne possono scegliere come fonti di ispirazione”


austin kleon ruba come un artista int

                                         Acquista online "Ruba come un artista: Per essere più creativo nel lavoro e nella vita (Vallardi Lavoro)"

 

Abbiamo deciso di parlarvi di questo libricino, cercando di invogliarvi a leggerlo, perché può essere utile per svolgere una piccola autoanalisi sul modo di avvicinarsi a qualsiasi progetto e iniziare da quello che, a nostro avviso, è un punto di partenza fondamentale: la ricerca. Prima di dare carta bianca al nostro impulso creativo, o meglio, prima di arrendersi allo sconforto nei momenti di vuoto, è bene affidarsi a questa buona pratica.

Ricercare spunti e materiale che possano essere d’ispirazione al nostro lavoro o che possano arricchire la nostra formazione è fondamentale!

Bene, detto questo è necessario anche seguire alcune regole importanti:

  • Occhio alle fonti! È sempre bene approfondire la paternità di un’opera, i diritti di utilizzo o modifica, oppure l’autorevolezza di ciò che ci capita tra le mani (attenzione! alcune opere o testi, specialmente sul web, potrebbero essere brutte copie degli originali oppure distorsioni del vero messaggio. Mai lasciarsi ingannare dal “buona la prima”).

  • Non fare mai copia e incolla! Questo non è il giusto modo di rubare spunti, questa è indolenza. Quante volte ci è capitato a scuola di dover fare i conti con un compito contestato dalla prof.? Non ne rimetterà solo il nostro lavoro, che risulterà non originale, ma anche la nostra reputazione.

  • Non fermarsi al primo spunto, rubato a qualcuno, che reputiamo valido! Se il nostro cassettino ne contiene solo uno, probabilmente non si tradurrà in qualcosa di rielaborato nel modo giusto, e, per quanto possiamo esserci sforzati, non verrà fuori nulla di valido; probabilmente il lavoro sarà da cestinare.

Che cosa vogliamo dire con tutto questo? Che la ricerca, il confronto e la rielaborazione di contenuti già esistenti sono delle azioni fondamentali per poter arrivare a qualcosa di nostro e realmente soddisfacente; sicuramente il tempo di incubazione si allungherà, ma questo tempo è necessario per accrescere il nostro bagaglio culturale e per realizzare un progetto con consapevolezza e preparazione, qualsiasi esso sia.

Questo è solo uno degli insegnamenti, o conferme, che abbiamo tratto e rielaborato leggendo il libro di Austin Kleon. Al suo interno troverete suggerimenti, rilasciati con ironia, per rendere il vostro lavoro creativo un po’ più creativo. Ci siamo dilungati anche troppo, fidatevi di noi…e se non vi fidate di noi, fidatevi di Austin Kleon. Ridendo e scherzando, è in realtà un esperto di creatività e comunicazione, consulente e relatore per Google, Pixar, TED, The Economist.

Mica male, no?!

 

Pin It