immagine introduttiva articolo branding

“In Italia numerose aziende grazie al branding potrebbero ottenere un miglior ritorno degli investimenti e guardare con più stabilità e sicurezza al futuro”

Gaetano Grizzanti

 

Certo, è difficile razionalizzare e spulciare teorie e dettagli quando qualcosa è entrato nella nostra vita quotidiana e lo ha fatto sfruttando la nostra parte più vulnerabile, le emozioni, scalando la piramide dei nostri bisogni senza fare troppo chiasso.
Se vi facciamo vedere un simbolo, swoosh nike e nessun altro riferimento, siamo sicuri che magicamente la vostra mente gli assocerà un nome preciso, che si legherà a codici connotativi precisi.


Questo per dire che cosa?


Che la amiate o meno, se NIKE oggi si può permettere il lusso di presentarsi al pubblico con un solo elemento, lo “swoosh” (nome onomatopeico che connota qualcosa in un moto veloce), è proprio grazie alla capacità di trasformare il proprio marchio in una marca.
NIKE ha creduto nell’importanza delle strategie di branding per costruire una scala di valori in cui le persone possono riconoscersi e si è così posizionata sul mercato, non solo per i suoi prodotti, ma anche per la comunicazione di un preciso stile di vita, legato allo sport agonistico e la vita di tutti i giorni.
NIKE ha creato un marchio per poi costruire una marca, credendo alla potenza della comunicazione proprio a partire dalla gestione della propria identità, non tralasciando nessun passaggio strategico.

brand identity management

 

Abbiamo preso l’esempio di NIKE cercando di fissare un concetto in forma sintetica, ovvero che uno dei compiti di un’azienda, che nasce o che vuole crescere, è quella di creare o verificare la forza del brand e cercare di attivare tutte le strategie necessarie a rendersi forte anche dal punto di vista comunicativo, capace di trasmettere valori in linea con i propri obiettivi aziendali e seguire una rotta fatta di coerenza nei propri codici comunicativi, e distinguibilità.

Cosa aspettiamo quindi? Iniziamo subito a lavorare sulle strategie di branding!


Gli spunti per questa sintesi sono stati presi leggendo il libro “Brand Identikit” di Dino Grizzanti. Gente del settore, oppure imprenditori esperti, o ancora imprenditori profani: vi consigliamo, come sempre, di leggerlo.

Pin It